ISO 9001 e la progettazione di impianti di trattamento rifiuti

Dicembre 20, 2022|In Progettazione|By Maurizio Tucci

ISO 9001 e la progettazione di impianti di trattamento rifiuti.

La ISO 9001 è uno standard definito dall’ International Organization for Standardization per definire regole standard che consentano di ottenere processi di qualità. La titolazione della ISO è “Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti”.

ISO 9001 e progettazione di impianti di trattamento rifiuti

ISO 9001 e i requisiti

La ISO 9001:2015 indica quali sono i requisiti per cui un’azienda opera con qualità, cioè secondo un processo di lavoro che sia di alto profilo:

  • dimostrare la capacità di fornire costantemente prodotti e servizi che soddisfino i requisiti legali e normativi applicabili del cliente
  • migliorare la soddisfazione del cliente attraverso l’efficace applicazione del sistema, compresi i processi per il miglioramento e la garanzia della conformità

Uno degli elementi più importanti della ISO 9001 è l’estrema elasticità del modello per adattarsi alle caratteristiche della azienda o organizzazione che voglia acquisire la certificazione.

Lo schema si basa in dieci capitoli suddivisi in:

  1. Scopo e campo di applicazione
  2. Riferimenti normativi
  3. Termini e definizioni
  4. Contesto dell’organizzazione
  5. Leadership
  6. Pianificazione
  7. Supporto
  8. Attività operative
  9. Valutazione delle prestazioni
  10. Miglioramento

Ma cosa vuol dire l’implementazione della normativa ISO 9001 nella progettazione di impianti di depurazione e trattamento di rifiuti?

Dalle Leggi al prodotto finale

Come abbiamo visto in diversi articoli la progettazione degli impianti di depurazione delle acque industriali o del trattamento dei rifiuti, richiede diverse fasi che spesso sono soggette a modifiche normative, a volte semplificatorie, che portano alla costruzione dell’impianto.

La ISO 9001 non impone una vera e propria metodologia, ma richiede che l’azienda che progetta e costruisce l’impianto si doti di procedure e processi in grado di garantire un output finale di qualità.

Per esempio, la corretta gestione della VIA, oggi attraverso il P.A.U.R., rientra nella definizione di requisiti legali e normativi del cliente, il quale deve seguire un iter amministrativo per ottenere l’autorizzazione a realizzare l’impianto.

Non mancherà una fase di valutazione e analisi, anche rispetto al territorio e all’impatto che l’impianto possa avere. In questo caso, per esempio, il fatto che l’azienda si doti di una metodologia propria rafforza l’elemento di qualità.

Nuovo srl con la M.A.P. propone un processo di analisi che consente di sviluppare progetti di alta qualità, inseriti nel contesto ambientale e sociale del territorio.

Inevitabilmente, condurre un progetto dalla fase iniziale di analisi e autorizzazioni fino alla realizzazione di un impianto chiavi in mano, è imprescindibilmente un elemento di qualità.